Invio pro clima Lettere nazionali

Progetti di protezione del clima

Invio «pro clima»: impatto in Svizzera e all’estero

La Posta compensa le emissioni di CO2 con gli invii «pro clima», sostenendo sia in Svizzera che all’estero esclusivamente progetti di tutela del clima che soddisfano i massimi standard. Per progetti internazionali la Posta richiede il livello di certificazione «Gold Standard», un label di qualità che garantisce riduzioni verificate di CO2 e la promozione di uno sviluppo sostenibile nelle regioni che ospitano i progetti. Esso conferma inoltre che non sarebbe stato possibile realizzare i progetti senza il finanziamento supplementare ottenuto con la vendita di certificati CO2. La Posta acquista certificati che attestano la compensazione delle emissioni di CO2 degli invii «pro clima» nell’ambito di questi progetti.

Il progetto internazionale di tutela del clima vincitore della votazione online 2014

Nel corso di una votazione online, svoltasi dal 18 al 26 febbraio 2014, i clienti «pro clima» e i collaboratori della Posta hanno scelto il progetto internazionale di tutela del clima «Gold Standard» in cui saranno investiti i futuri supplementi «pro clima». Con il 51% dei voti ha vinto il progetto «Piccoli impianti a biogas ad uso familiare in Cambogia». Il progetto «Fornelli ad alta efficienza energetica per il Ghana», con il 49% dei voti, non è riuscito ad aggiudicarsi la devoluzione del supplemento.

Il nostro progetto svizzero di tutela del clima: «Elettricità ecologica direttamente dalla fattoria»

La Posta continua a sostenere il progetto svizzero «Elettricità ecologica direttamente dalla fattoria» avviato nel 2011. Questo progetto è il primo a soddisfare le severe direttive emanate dall’Ufficio federale dell’ambiente (UFAM) per progetti di compensazione nazionali. Il metano, un gas a effetto serra estremamente nocivo per l’ambiente, viene convogliato in impianti a biogas installati in fattorie sul territorio nazionale e trasformato in energia ecologica e calore.

Giuria tecnica

Una giuria tecnica indipendente assiste la Posta nella selezione dei progetti di tutela del clima:

  • Alexander Barkawi, presidente di oikos Foundation for economy and ecology
  • Volker Hoffmann, professore presso il dipartimento di gestione, tecnologia ed economia, gruppo di sostenibilità e tecnologia (SusTec), dei Politecnici federali PF di Zurigo
  • Sara Stalder, direttrice della Fondazione per la protezione dei consumatori (FPC)
  • Andreas Tschöpe, direttore della Federazione Svizzera delle Associazioni Giovanili (FSAG)
  • Thomas Vellacott, CEO WWF Svizzera

Panoramica dei progetti di tutela del clima

Sin dal 2009, quando fu introdotto l’invio a impatto climatico zero, la Posta compensa le emissioni annue di CO2 degli invii «pro clima» nell’ambito dei seguenti progetti di tutela climatica: