Accordo fra Posta e Sorvegliante dei prezzi

14.06.2012

La Posta Svizzera offrirà d’ora in poi la «lettera maxi per l’estero» solo in abbinamento alla prestazione complementare «raccomandata», mentre rinuncerà alla semplificazione delle zone e all’aumento dei prezzi per i pacchi esteri per i clienti privati: questo il risultato dell’accordo raggiunto con il Sorvegliante dei prezzi.

Il 1° aprile 2012 la Posta Svizzera ha introdotto alcuni adeguamenti specifici nella propria offerta di servizi. Poiché, alla vigilia di tale adozione, il Sorvegliante dei prezzi si era espresso in modo critico su alcune novità riguardanti le spedizioni all’estero per i clienti privati, la Posta ha inizialmente deciso di posticipare il provvedimento. La transizione ha consentito all’azienda di trovare un accordo con il Sorvegliante dei prezzi. Dal 18 giugno 2012 l’invio delle «lettere maxi per l’estero» sarà subordinato, come originariamente previsto, all’abbinamento della prestazione complementare «raccomandata». Per contro, sui pacchi esteri per clienti privati (PostPac International PRIORITY ed ECONOMY), la Posta rinuncia definitivamente alla riduzione da cinque a tre zone di Paesi. Con razionalizzazione questa semplificazione, che avrebbe comportato alcuni adeguamenti di prezzo, la Posta intendeva semplificare l’offerta per i clienti privati.